Far From Earth

Chronicles From Zeta Reticuli


Leave a comment

Media

Oggi, sempre più, ci viene chiesta razionalità nell’agire, nel porci, nel semplice essere. Agire in modo giusto, serio, prevedibile. Riflettere bene, essere medi, ancor più in questa società di estremi, forse proprio per compensarne tale vena. E proprio dinnanzi a tale e richiesta mi sono fermato di tanto in tanto a pensare. Rimuginare sull’essere medio, comune (non che ciò sia un male assoluto), ragionevole. E molte volte ho voluto essere (o non essere) un estremo, scegliendo vie che non mi hanno portato fama, soldi o felicità. E, con forbita perifrasi, che belle scelte di m***a dirà qualcuno. Ma il passato è tale, e cambiarlo non ci trasformerebbe come speriamo. E poi quelle scelte sono state figlie di considerazioni razionali dei loro tempi, tanto per contraddirmi, e dunque sono state sensate. Senza contare che il mio essere di oggi è tale grazie anche a quelle scelte.

Ma, prima di parlare d’altro, vorrei sottolineare come il medio sia da una parte una normalità desiderabile, il tranquillo e quieto vivere dove possiamo andare a dormire senza pensare come sta il resto del mondo, senza temere di doverci svegliare di nuovo. Però il medio è anche l’annullamento delle identità, lo sciogliersi lentamente nella società stessa, rendendoci perfettamente rimpiazzabili e indistinguibili. Non credo che, almeno oggi come oggi, l’essere umano tenda per sua spontanea volontà al medio, la natura di per sé favorisce una certa variabilità per stimolare la sopravvivenza, però è pur vero che la società per come è organizzata persegue il livellamento degli individui nella migliore delle ipotesi, anche se pure in questo caso c’è molta contraddizione visto che i vertici della società si autocelebrano superiori ai medi, i vincenti, anche se poi nel loro agire (ed ai risultati) mostrano di essere esattamente come i medi da cui si dicono migliori.

Forse il discorso stesso di medi ed estremi è solo una sciocchezza, l’essere medi o estremi vale solo a quando siamo noi stessi, nel momento in cui vogliamo “essere” o “non essere” per motivi indotti dall’esterno cadiamo nell’essere qualcosa che non ci appartiene, e che rischiamo di rimpiangere prima o poi. Certo, questo sarebbe il meglio in una prospettiva di assoluta libertà e riuscendo a discernere ogni influenza cui il mondo esterno ci assoggetta, poi nella vita reale possiamo solo sperare di fare scelte che ci facciano felici, non semplici o popolari, che magari richiedono molto impegno, ma che alla fine rendano noi ed i nostri affetti persone migliori.

Anche in questo periodo ho di fronte la scelta della ragionevolezza o della follia, e come ogni volta è arduo scegliere tra logica ed intuito. Aprirsi ad un compromesso oppure perseguire la classica via? Dovrò rifletterci bene, una volta di più, per capire il dove andare. Andrò a farmi una media, che sia d’aiuto? ;)


9 Comments

Wait

Ho avuto una settimana mezza piena, altrimenti avrei scritto prima, maaa … per il colloquio, mi sembra andato bene, uno dei tizi non mi è sembrato convintissimo, però dovrebbero farmi sapere di che morte morirò questa settimana, sperando nell’aiuto di Vishnu :D

Il colloquio era a Rolle, “solo” a 450km da casa … alle 13 … -_-” Diciamo che ho fatto il mio nuovo record di percorrenza con 900 km fatti in un giorno, e 12h di macchina xD Spero di non battere presto questo nuovo record :D Tra l’altro ho anche fatto i numeri in macchina, un distributore a gpl non lo si trova nemmeno a pagarlo in svizzera (non che se ne trovino molti di più in autostrada tra Milano ed Aosta … l’unico che ho trovato all’andata aveva pure esaurito il gpl xD). Il colloquio è stato abbastanza generico, come gli altri che avevo fatto mi hanno chiesto di parlare (per quasi due ora, in inglese :D) di me e di quello che ho fatto, spiegando le scelte e le motivazioni per il cambio di lavoro. Alla fin fine nulla di che, un colloquio molto simile a quelli già fatti in Italia, l’unica differenza è stata l’approccio un po’ più metodico e le domande più mirate rispetto al tipo di persona che cercano.

Ora non mi resta che aspettare un feedback da loro, sperando di essere preso :9

Per il resto, la settimana si sta pian piano riempiendo degli impegni, con la CRI continuano le lezioni, sabato ho anche fatto la notte (ho dormito ben 4 ore -_-” … e domenica ero in coma comissimo xD) ed anche kickboxing è rincominciato. Forse che forse inizio anche un corso di nuoto, anche perché prima o poi dovrò pur imparare a nuotare, sempre che riesca almeno a stare a galla :D E poi ci sono un sacco di altre cose che dovrei iniziare, ma tutto è un attimo in sospeso per vedere come va il colloquio, più che altro per capire cosa riuscirei a mantenere con gli orari e cosa dovrei spostare. Russo inizierà tra un paio di settimane, ma ballo per esempio devo ancora ancora a vedere quando inizi di preciso, e lo stesso vale per altra robetta che ho in sospeso. Prima mi fanno sapere il mio destino e meglio sarà :D


Leave a comment

Linee

Ho bisogno di disegnare. Ho una necessità che mi preme da dentro (ed al bagno ci sono già andato :P) ma non riesco a trovare un soggetto, non so che cosa disegnare. Vorrei mettermi li e tracciare quelle linee, ma quando ci provo non vedo nulla, niente che cresca per conto suo e che la matita possa seguire semplicemente, senza razionalità, senza sapere il perché, senza chiedermelo.

Non so cosa ci sia, ma quello che è certo è che uscirà prima o poi.

Forse dovrei passare ai colori.


2 Comments

Età

Capisci che stai invecchiando da piccole cose.

Come ad esempio quando stai usando il falcetto e ti ricordi di come una volta facendo la stessa cosa ti sia tagliato un pezzo di indice … mentre questa volta la lama è finita un po’ più verso il pollice.

Oppure dal fatto che appena ti tagli ad una mano decidi di finire rapidamente di rinvasare il bonsai invece di fare finta di nulla e continuare a lavorare con la terra, lasciando che sia quella a fermare il sangue.

O anche perché decidi di sterilizzare le forbici per togliere la pelle slabbrata invece che usarle cosí come sono, e poi passare l’alcol per sistemare il taglio.

Dite che sia solo l’età o anche un po’ di sale in zucca? xD


4 Comments

Esprimi un desiderio

È tardi, molto tardi, ma c’è sempre tempo, basta volerlo, basta scrivere più rapido, pensare più rapido, essere più rapido. E poi non dimentichiamoci che io sono il tempo ;)

E se vi chiedete come possa pubblicare un post a questa ora, beh, potrei dirvi che il mio cellulare fa cose fantastiche con internet, certo se avessi anche solo un centesimo di euro di disponibilità (e ringraziamo la celerità del sito della nell’attivazione delle ricariche), oppure potrei dirvi che sono rimasto fino all’ultimo davanti al pc per postare il più vicino possibile alla cortina di ferro tra vecchio e nuovo anno, oppure potrei ricordarvi che wordpress da la possibilità di pubblicare i post ad orari preimpostati. Insomma, di possibilità non siamo carenti :D

Il 2009 è alle spalle oramai, è solo questione di ore, e sinceramente mi accorgo ora di quanto tempo sia davvero passato. È stato un anno rapidissimo questo per me, volato come foglie sospinte da uno zefiro di primavera, come un battito di ciglia mentre si osserva rapiti il tramonto. Sono successe molte cose, molti cambiamenti, molti inizi e molte fini. Quest’anno sì ha visto alti e bassi, ma anche picchi e fosse che sinceramente non vivevo da un bel po’. Ho ritrovato persone che in Portogallo avevo tenuto lontane, cementato alcune amicizie, fatte di nuove e cambiato il senso di altre. Magari ho vissuto alcune di queste cose non sempre con il sorriso, ma l’importante è provarci.

E il 2010 ora bussa alla porta, un libro bianco che aspetta di essere scritto, un bicchiere da riempire per brindare nuovamente a me (noi, e chiaramente anche voi),

Ecco l’elenco dei buoni propositi per il 2010 … che poi più che buoni propositi sono cose che mi impegnerò a portare avanti (e forse si, sono la stessa cosa, ma mentre scrivevo pensavo che buoni propositi fosse una forma troppo inflazionata e svuotata del senso che vorrei dargli, qualcosa che ho serie intenzioni di fare e non una lista di considerazioni da rispolverare ogni anno poco prima del 31):

– Vorrei imparare ad essere più paziente, essere capace di attendere nel senso umano del termine,
– Vorrei imparare a non tenere lontane da me le persone cui voglio bene, e non sarà uno scherzo,
– Riempire i buchi di tempo che ancora ho per vedere se riesco a capire qualcosa del mondo,
– Viaggiare un po’ di più, anche se oramai sono povero in canna (ma vi racconeterò più avanti),
– Scrivere un post a settimana, per avere una appuntamento fisso che mi faciliti lo scrivere,
– Leggere ogni sera (quando sobrio :D ) almeno un po’, altrimenti che li compro a fare i libri?
– Disegnare una volta a settimana, almeno per affinare la tecnica (ma sono scarso comunque xD),
– Imparare cose nuove, per arrivare la dove non sono mai giunto prima :D
– Non ignorare le cose che non mi vanno, ma imparare a vederle dal lato giusto,
– Impegnarmi seriamente per imparare il Russo e tenermi allenato con il Portoghese,
– Migliorare ancora la mia forma fisica, se possibile evitando di uccidermi nel farlo,
– Trovare un lavoro o un dottorato per qualche anno all’estero.

E poi vi metto anche l’elenco di alcune cose che non intendo cambiare, tipo:

– Non mi metterò al centro della mia vita, sono felice quando posso fare felici gli altri,
– Non lascerò andare qualcuno perché non è come vorrei che fosse,
– Nemmeno cambierò idea sul fatto che gli ideali devono entrare nella vita reale,
– Che la vita è sacra e va rispettata in ogni sua forma,
– Che la natura non è buona o cattiva.

Alle liste mancherà sicuramente qualcosa, le ho scritte di fretta, ma non voglio essere puntiglioso (ok, aggiungiamolo come punto per i buoni propositi ;) ), c’è molto da migliorare, ma l’importante sarà iniziare con volontà ed avere costanza nel farlo.

E potendo (perché il volere c’è già) cercherò di perdermi, in me stesso e le mie idee, nel mondo e la natura che ci circonda, ed in qualcuno di speciale con cui condividere la strada.

Il vostro desiderio si è avverato, Buon 2010 a tutti :)