Far From Earth

Chronicles From Zeta Reticuli

Su Omero (2)

5 Comments


( …continua)

Ci eravamo lasciati dicendo che avevo appena attraversato il confine speranzoso di trovare distributori gpl (speranza che si sarebbe infranta di li a poche centinaia di chilometri xD). La prima cosa che ho notato dopo il confine è stata … che i lavori sulle strade li fanno persino peggio che da noi !!! Strade con lavori in corso senza cartelli, con lavoratori che scorrazzano liberamente per le carreggiate e con buche e devastazioni varie.

Bello il lungo lago di Ginevra, io ho fatto la parte superiore (in alto a destra, per intenderci :D ), era una bella giornata di sole con poche nuvole ed un pizzico di vento, le condizioni migliori insomma per una bella scampagnata (che ovviamente non ho avuto il tempo di fare, con 12 ore di macchina ci mancava che mi fermassi pure da qualche parte). Però Il paesaggio bucolico invogliava molto alla scampagnata, e poi in Svizzera c’è davvero molto verde, non come da noi dove appena ti distrai un attimo ti asfaltano mezzo quartiere (poi chiaramente si interrompono, lasciando l’altro mezzo in uno stato di attesa da zona di guerriglia ai confini del mondo).

Fortunatamente mi perdo un po’ nel guardare il paesaggio attorno e passano il paio d’ore necessarie per arrivare a Rolle, dove mi attende il colloquio. Ovviamente ero stato previdente, sapendo che il viaggio sarebbe stato di circa cinque ore mi ero preso un margine di una buona oretta (pur sapendo che il gps mi da sempre il tempo di percorrenza per eccesso) … e quindi sono arrivato nel parcheggio della azienda con ben … 5 minuti di anticipo sull’ora del colloquio … -_-” Poi chiaramente mi sono detto, non sto a pranzare di fretta adesso (erano le tredici), faccio il colloquio (che la volta precedente mi era stato detto essere giusto una formalità) e poi pranzo con calma.

Mi avvio dunque verso l’ingresso, suono il campanello per farmi aprire … muto … risuono … il nulla. Allora entro dall’ingresso delle auto e vado verso la reception, faccio per entrare ma la porta a vetri non si apre -_-” Come inizio non è stato affatto male :D Poi vedo un tizio che armeggia dietro il banco della reception, all’interno, mi apre e mi dice che forse non c’era nessuno perché “probabilmente” erano tutti in pausa pranzo. Forse eh. Sono proprio Mr tempismo :D Di seguito il colloquio, quello che doveva essere era giusto una formalità, è durato un paio d’orette (in inglese, chiaramente), già avevo sulle spalle (o dovrei dire sulla schiena) 400km di viaggio, poi tra fame e caldo tutto stava andando nel modo migliore xD

Verso la fine il colloquio in sé e per sé mi sembrava andare bene, un riedizione dei suoi omologhi precedenti ma in inglese, con qualche aggiunta nello stile anglosassone (interessi extra-lavorativi, motivazioni delle scelte). Alla fine però una dei tre tizi con cui stavo facendo il colloquio mi è sembrato avesse cambiato idea all’improvviso, come non troppo convinto di qualche cosa. Ma dato che avendolo notato anche un altro dei tre ed alla sua richiesta se avesse altre domande non ne ha poste, io me ne sono bellamente fregato (anche perché non è che potessi fare chissà che altro). Così, dopo ringraziamenti e saluti, mi sono avviato verso la macchina, almeno per pranzare “con calma” in 5 minuti e poi ripartire subito vista l’ora xD.

Riprendo il viaggio (più a livello trip oramai), e le due orette fino al confine italiano passano abbastanza velocemente. Appena “rientrato” in Italia noto come ci siano più umidità e freddo qui che in Svizzera -_-” ah, il caro e vecchio buon clima del bel paese. Proseguendo sull’autostrada passo poi per Aosta e quindi mi dirigo verso Torino. Fortunosamente il traffico era quasi del tutto assente (a parte qualche rallentamento per i perenni lavori che fanno sulle autostrade, e sempre ad orari del tutto non fastidiosi xD), così nel guidare mi perdo un po’ nei paesaggi della Val d’Aosta, e nei castelli che vedo in lontananza ergersi su colline verdi. Avendo più tempo mi sarei potuto fermare, ci sono davvero un sacco di posti degni di essere visti in Italia, molti dei quali non poi così pubblicizzati, ma ero già in ritardo (come sempre), e quindi mi è toccato rimandare le “visite di piacere” ad un futuro che spero sia abbastanza prossimo.

Faccio per prendere l’uscita dell’autogrill ma … ma l’uscita (direi ironicamente) mi fa uscire dall’autostrada !!! E mi tocca rientrare per andare all’autogrill !!!!! Mai vista una cosa del genere (qualsiasi illazione del tipo “hai preso l’uscita sbagliata” o “non hai visto lo svincolo” sarà punita tramite le mie chiavi e la portiera della vostra auto :P ). Comunque fortunosamente il suddetto autogrill era distributoredigplmunito, e quindi sono riuscito, dopo milioni di micromiglia, a fare il pieno di gpl (caro come non mai, mannaggialapupazzetta !!!) e poi, avendo visto i risicati contanti con cui ero rimasto decido di uscire alla prima uscita disponibile … che ovviamente incontrerò dopo soli 60 km xD

Chiaramente non ero a conoscenza del fatto che al casello fosse possibile anche pagare il giorno successivo nel caso in cui non si abbiano contanti (e quando sono venuto a saperlo, qualche giorno dopo parlando con Leo, ho fatto mentalmente un breve ma intenso ripasso di saracche), comunque alla fine mi avanzeranno tipo 1/2 € , alla faccia del risicato. Chiaramente al momento non capivo come mai, avendo comunque pianificato i giorni prima il viaggio, non fossero bastati i soldi, pensavo ad un qualche errore di conto oppure a consumi strani della macchina. Poi mi sovviene un piccolissimo ed insignificante particolare … avevo fatto sì i conti giusti per il viaggio, erano perfetti i conti … ma solo per l’andata xD

In pratica da Novara ho fatto tutta strada normale per arrivare fino a casa … tre ore di macchina su strade normali … e ovviamente (_ovviamente_) mi sono ritrovato a passare per Milano indovinate a che ora? Erano le 19 ed ero a Milano ovest … e cera un pochino di coda … ma solo un pochino eh xD Seguendo le istruzioni del gps mi immetto sulla tangenziale ovest, verso sud (e tra me e me penso: “che strano, di solito vado verso la Nord per tornare a Bergamo, ma si sa, il gps ha sempre ragione …”). La sera stessa avevo anche il corso in CRI, e dato che più o meno pensavo di arrivare in orario (mooolto più o meno), avevo impostato sul gps le sede della CRI a Calcio. Mi sarei accordo dopo della infelice scelta. Già, perché così facendo il gps mi ha mandato dritto nella direzione del traffico sulla tangenziale ovest (mentre se mi fossi diretto verso Bergamo, e quindi tangenziale Nord, non avrei trovato anima viva a quell’ora xD). Quando ho capito quello che stava succedendo ero a metà strada, ed a metà dell’ingorgo (punto ottimale per decidere di cambiare idea, eh? ), così mi sono bellamente messo l’anima in pace ed ho proseguito a passo d’uomo, tira e molla di acceleratore e freno, per una ventina di minuti. Poi come d’incanto si è liberata la tangenziale ed ho potuto proseguire più veloce della luce (letteralmente ;) ) verso Calcio.

Arrivato a calcio, con più energie di una mummia egizia e con almeno un paio di vertebre in meno, mi accascio sulla sedia e seguo “attivamente” (limitandomi a respirare) la lezione. Che dopo 5 minuti prevedeva le prode pratiche … che chiaramente non ero esentato dal fare. Non vi dico le energie per fare le simulazioni di rcp xD Alla fine riesco anche a superare la serata (finita come giusto a mezzanotte), e un po’ stanchino striscio verso casa, cercando di non addormentarmi al volante, e pensando che il giorno dopo alle 7 si tornava al vecchio lavoro. Arrivato a casa sono ho fatto tutti in stile automa, ho preparato la cena, fatto la doccia, preparato i vestiti e quanto necessario per la palestra, cenato e subito volato a letto. Alla fine andrò a dormire all’una di notte xD Ma in compenso mi sono addormentato credo in 3 secondi netti, campione del mondo !!! xD

(continua … (con parte un po’ più seria ;) )

Advertisements

Author: Greg Icy Stark

Who am I ? Nothing but the shadow in your eyes, an unknown feeling, a chilly autumn wind.

5 thoughts on “Su Omero (2)

  1. Pingback: Su Omero (Ovvero racconto di odissee moderne) « Far From Earth

  2. come continua o.ò
    ma poi il colloquio alla fine com’è andato? ti hanno fatto sapere più niente?

  3. Eccerto che continua, è un film in tre tempi, meglio della corazzata potjomkin :D ;) Si capirà tutto nel terzo atto … anche se poi il colpevole è sempre il maggiordomo (o gli alieni dell’area 51) xD

  4. e la segretaria non c’è?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s