Far From Earth

Chronicles From Zeta Reticuli

Scrivania

Leave a comment


Probabilmente (vabbhé, diciamo pure certamente) non frega niente a nessuno, ma siccome sto pulendo (ancora) la mia stanza, ecco l’elenco (in ordine sparso, più o meno) di quello che ho sulla scrivania da dove sto scrivendo:

alla destra
-monitor CRT 14″ datato 1993, ancora funzionante
sopra il monitor:
-enciclopedia delle scienze garzanti (anno ’94) quasi completamente scollata
-dizionario di italiano anno ’82 (in stato imbarazzante)
-testo universitario di introduzione alla meccanica razionale
-riassunti di economia e progettazione di strutture aerospaziali
-testo universitario sulle strutture aeronautiche
-riassunto di strutture e materiali aerospaziali I
-riassunto di fluidodinamica
-appunti del corso di costruzioni aeronautiche II
-testo universitario “appunti sulla teoria dell’occupazione”
-pacco di fogli di brutta
a sinistra,
-scatola di floppy disk vuota, impolverata in modo imbarazzante
-Computer fisso che mi ha lasciato a piedi in luglio per un fulmine
Sopra il computer:
-2 quaderni, 1 block notes un sasso e il modem
-davanti al monitor di destra:
-tappetino per mouse (inutilizzato da almeno 3 anni)
-inserto di nweton “120 quiz” del 2003
-copia cartacea della mia tesi
-blocknotes più vecchio di me
-cover di un lettore cd smontato, con alcune sue componenti elettroniche
-pennello da china n° 2
-scacciamosche
-un settimanale aperto su un articolo circa Atlantide
nelle vicinanze del monitor:
-pacchetto di cerini svedesi
-penna montblanc ancora nella scatola
-troppi fogli con appunti, calcoli, schizzi
-manubrio da 1 kg usato come fermacarte
-dizionario tascabile di inglese
-righello da me realizzato
-barchetta di carta
-cerchiometro rotto
-goniometro rotto
-forbicina (è rotta) e delle forbicine integre
-stampa di una cartina
-ubicazione del negozio CHL più vicino
-ricevuta di una pizzeria
-pinzatta
-forbici
-calcolatrice scientifica solare (con batterie completamente scariche)
-biglietto da visita di un caro amico che lavora in Cina
-pietra parzialmente lavorata da finire
-pietra dipinta con caratteri hindi
-2 pennarelli indelebili neri
-cover con elenco delle canzoni di un CD
-ricevuta della mensa aziendale di 3 giorni fa
-un cacciavite a croce e uno piatto
-davanti al portatile:
-casse (assolutamente da pezzenti) del pc
-lime, minicacciaviti e pinzette varie
-caricabatterie del cellulare
-adattatore usb/ps2 per mouse
a destra del portatile invece ci sono
-microfono da pc
-guida alla programmazione PHP in ambiente linux
-elefante intagliato (grezzamente) nel legno proveniente dall’india
-post scritto a mano su un foglio di carta
-altri fogli sparsi con appunti, formule e schizzi vari
-cheats di Age of Empires
-minimotore trifase del lettore cd smontato
-motore di apertura del lettore cd
-mezzo nucleo di ferrite
-magneti fissi dell’impianto di focalizzazione della lente del lettore cd
-pubblicazione dell’istituto nazionale per il commercio estero su Shanghai
-custodia di un CD
-altri 2 post scritti a mano, risalenti a più di 8 mesi fa
-lettera di wind infostrada
-portafotografie
-cd di installazione del modem
-scontrino della libreria Giunti
-chiavetta usb da 512 Mb
-batterie ricaricabili di una lampada di emergenza
-4 tratto pen (2 rosse, una blu e una nera) e 3 penne (una rossa, una nera e una blu)
-pennarello per CD
-6 matite, una rossa (una Mephisto Cop 73P) 4 B2 e 1 B
-8 capicorda per connessioni elettriche
-un temperino
-un portafusibile in STL
-una gomma
-un tangram (regalo di mooolti anni fa)
-alcuni sassi
-una luce di localizzazione a led
-svariate viti di precedenti PC
-alcune foglie provenienti dagli alberi fuori dalla mia finestra.

Fortunatamente avevo già sgomberato un po’ di cose tempo fa, per fare posto al portatile che uso al posto del PC fisso, prima c’era un po’ più casino. Questa era 1 delle 3 scrivanie che ho nella stanza, vi lascio immaginare cosa ci sia sulle altre (vi do giusto un indizio, le scrivanie da sole sono alte 80 cm, con le mie cose arrivano anche a 150 cm).

So che non è parlare di me, ma un po’ in fondo ci assomiglia.

Advertisements

Author: Greg Icy Stark

Who am I ? Nothing but the shadow in your eyes, an unknown feeling, a chilly autumn wind.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s