Far From Earth

Chronicles From Zeta Reticuli

Ferie, sole e scottature

6 Comments


Come sapete anche quest’anno sono andato in ferie (ovviamente immeritate, come al solito), per ben due settimane tra l’altro. E dato che tornare in Italia per poi andarmene da qualche parte, seguire un identico rituale ripetuto di anno in anno, non é che sarebbe stato poi così interessante, ho preferito rimanermene in Portogallo. Anche perché, avendo un po’ di tempo libero, è bello poter viaggiare e conoscere questo paese che ha molto da mostrare.

Orbene, nota la mia proverbiale predilezione per il freddo, di certo la meta ideale sarebbe stata la Serra da Estrella, o per lo meno un qualche posto con una temperatura decente (vabbhé, mi sarei accontentato anche di qualcosa fino a 25°, anche se io patteggio più per una quindicina sotto). E invece, parlandone un po’ con gli amici di qui, mi hanno convinto a fare una “capatina” nell’Algarve.

Partendo dal fatto che io non sono il classico uomo da spiaggia (sono bradipo, ma stare a fare nulla disteso sulla sabbia ad accaldarmi non è proprio tra le massime aspirazioni, non riesco a non fare nulla o a stare fermo) la vacanza l’abbiamo impostata un po’ sul caso al caso :D Siamo partiti per fare un po’ di sano camping (anche perché non pianificando nulla era molto molto difficile trovare stanze ad Agosto), ma senza nemmeno una idea di dove e come accamparci. I primi tre giorni abbiamo “sfruttato” la casa estiva di una amica, poi ci siamo messi completamente all’avventura.

In pratica abbiamo girato tutto il tempo in macchina, visitando molto tra spiagge e città. Tra le cose che più mi hanno affascinato ci sono sicuramente la città di Sintra, ma anche Sagres e Lagos, le spiagge (specie quelle verso la Spagna) dove l’acqua è calda e le spiagge rosate e non troppo affollate, ma si sono distinti anche la natura ed alcuni paesaggi, per me assolutamente nuovi. Sintra è una città molto bella, non è grande ma è completamente restaurata e turisticamente da molto più di quanto non dia Porto (nonostante Porto abbia ben più monumenti e luoghi di interesse, ma è lasciato un po’ in decadenza), mentre a Sagres si può vedere un paesaggio spettacolare che da una vista unica sull’Atlantico, con un vento quasi costante a distogliere l’attenzione dalla calura.

Già durante il viaggio verso l’Algarve, mentre guidavo in autostrada, si poteva notare ai lati del cammino la terra che passava ad assumere via via tonalità sempre più rosse, partendo da un arancio tenue per arrivare ad un rosso corsa e mogano (e vi assicuro che passando in macchina a volte il paesaggio prende un aspetto surreale, con le rocce biancastre che si stagliano nella terra sabbiosa color mogano, mentre in lontananza i pochi cespugli impolverati o le rare piante di olivo e carrubo fanno capolino).

In spiaggia ci sono stato il minimo sindacale, giusto per scottarmi quanto serve per abbronzarsi (e anche un po’ di più, visto che io e le creme ci ignoriamo vicendevolmente, e in Algarve si arriva facilmente a 40º xD) e per godermi l’acqua calda e calma, ma mi è piaciuto più il girare per vedere le varie città, i paesaggi, lo scoprire una faccia del Portogallo che al Nord non si vede.

Lo so che le mie vacanze non sono le “classiche vacanze”, ma io sono così in tutto, lo sapete :D. Se volevate notizie più audaci non erano queste le vacanze adatte ;)

Advertisements

Author: Greg Icy Stark

Who am I ? Nothing but the shadow in your eyes, an unknown feeling, a chilly autumn wind.

6 thoughts on “Ferie, sole e scottature

  1. ahahahaha….la cittadina sembra bellissima, devo annotarla tra le mie prossime mete…Comunque resti, come si dice dalle mie parti, un soggetto… ti rendi conto che hai linkato wikipedia per precisare il colore? un bacio,jo

  2. ahahhahahaha….mi ha fatto troppo ridere leggendola…Chissà se farà ridere anche te….un bacio.
    Un uomo vuole cambiare il suo cervello. Va in una clinica per trapianti di cervello e gli fanno vedere il catalogo:
    cervello di matematico 20.000 sterline al chilo, cervello di biologo 30.000 sterline al chilo, cervello di medico 40.000 sterline al chilo. Poi vede: cervello di ingegnere 1.000.000 di sterline al chilo.
    Stupito, chiede alla segretaria: “Signorina, perche` il cervello di ingegnere costa cosi` tanto?”.
    E la segretaria: “Ma lei lo sa quanti ne dobbiamo ammazzare per metterne insieme almeno un chilo?

  3. Per Jo: Grandiosa la barzelletta ;)Non sono mai stata oltre Lisbona e mi piacerebbe andare, in teoria ci dovrei andare a novembre sempre che in ufficio non succeda di tutto. Mio padre continua a ripetermi che la Serra da Estrella mi piacerebbe, che ci devo proprio andare e bla bla bla.E’ vero che il centro di Porto è in decadenza totale e, forse, è anche per questo che mi piace, o semplicemente mi piace perché sono nata da quelle parti. Mi rendo conto di essere faziosa e un po’ mi dispiace, però accetto ogni critica :)

  4. MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
    MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
    MMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMMM
    MMMMMMMM… fra poco siamo arrivati alle vacanze di Natale e tu non ti sei ancora fatto vivo… sarai mica morto? se sì, batti un colpo…

  5. Facendo i dovuti scongiuri (e non per me, non ci credo nella morte, semplicemente perché mi hai ricordato quando all’università mi divertivo dicendo che sarei stato l’ultimo essere umano al mondo, e quindi come tale sarei anche stato immortale perché nessuno avrebbe potuto attestare la mia eventuale morte … tanto per ribadire che sono un soggetto :P ;) ) posso dire che no, non sono morto. Ho ripreso ad andare in palestra seriamente, da lunedì a venerdì, e siccome torno a casa alle 9 stanco, ceno e filo a letto. Oggi ho visto che hai commentato e non potevo non battere un colpo :P
    La barzelletta è divertente (non so perché ma io ne conosco una simile sulle donne… ), purtroppo è anche una triste verità :D gli ingegneri fanno tutto in modo meccanico, non serve a poi molto il cervello … fortuna che io non sono … doh !!! :D ;)
    Helena, anche a me piace Porto, la decadenza è un po’ come l’età (in certi casi), dove la bellezza lascia spazio al fascino. Sintra sembra nuova, riporta indietro nel tempo chi la visita, Porto lascia vedere il tempo che è passato a chi va oltre il velo superficiale.

    Un gran abbraccio ad entrambe !!!

  6. Accidentolini! Hai messo in parole il mio pensiero su Porto. Grande, è esattamente quello che penso di Porto :) H.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s